Vademecum Concilio Giovane

Vademecum Concilio Giovane

DAGLI ORIENTAMENTI PASTORALI

“Con il Concilio giovane, mentre sono chiamati a danzare insieme giovani e vecchi secondo la prospettiva del profeta, vogliamo riconsegnare il dono del Concilio alle nuove generazioni, come una bussola per essere orientati nel cammino della fede e della vita.

Questo è l‘obiettivo del Concilio giovane, urgente oggi, per continuare a costruire la Chiesa, avendo come pilastri le quattro Costituzioni del Concilio Vaticano II e tutti i suoi Documenti. Ci possono aiutare tre verbi: andare; costruire; soffrire.”

 

QUAL È L’OBIETTIVO DEL CONCILIO GIOVANE?

Partendo dalle indicazioni già date dal Vescovo al primo annuncio il 12 aprile 2014, contenute negli Orientamenti, nell’Invito e nella Traccia che sarà poi consegnata alla Tappa Ecclesiale di febbraio 2015 ai Delegati, si svolgerà un lavoro nelle parrocchie, nei movimenti e nelle associazioni, che poi convoglierà nelle Sessioni Conciliari di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2015. In queste Sessioni Conciliari i Delegati, che avranno lavorato sulla Traccia e porteranno la voce delle Comunità, redigeranno insieme un Messaggio che dovrà contenere le Linee guida per continuare l’evangelizzazione nella nostra Diocesi.

 

 

CHI SONO I DELEGATI CONCILIARI?

Affiancati dai 72, i Delegati devono essere scelti dai Parroci e dalle Associazioni secondo queste indicazioni:

Dalle parrocchie
Un anziano (65 anni in poi); un adulto (36-64 anni); un giovane (19-35); un ragazzo (15-18); una donna, anche per sottolineare la presenza del genio femminile nella Chiesa.

Dai movimenti e dalle associazioni
Per i movimenti e le associazioni si sceglierà un solo delegato.

Compito
I Delegati, come espressione e presenza delle parrocchie, movimenti e associazioni, faranno da ponte con la Diocesi e, a partire dalle indicazioni date, svilupperanno un lavoro comune, raccogliendo le proposte che vengono dalle Comunità e saranno poi impegnati nel redigere il Messaggio finale nelle Sessioni Conciliari di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2015.

CHI SONO GLI INVITATI

Sono i rappresentanti delle associazioni laiche non ecclesiali (ad es. Croce Rossa, Protezione Civile, Rappresentanti di Istituzioni, ecc.) per poter dialogare sul territorio con tutte le altre realtà presenti.

DA CHI È COMPOSTA LA SEGRETERIA?

La segreteria è composta dai 12, coordinati dal Segretario Generale Antonio Francese e dall’Assistente don Giuseppe Pironti.